Il futsal, o futebol de sala, è quello che da noi, in Italia, volgarmente chiamiamo calcio a 5 o calcetto, come se fosse una versione minore del fratello maggiore e più fortunato, il calcio a 11. Il futsal, in realtà, è uno sport in grande crescita che ha saputo trovare una propria autonomia rispetto al parente più famoso e, anzi, è sempre più considerato nella stessa formazione di un calciatore, tanto che in Brasile i ragazzini vengono spesso avviati al calcio a 5, prima che all’undici. Ciò accade perché la valenza del futsal a livello formativo è enorme: si tocca la palla centinaia di volte a partita e l’avere gli avversari immediatamente addosso ad ogni azione, obbliga i giocatori ad affinare il proprio bagaglio tecnico. Ecco perché in Sudamerica il futsal è considerato la migliore scuola calcio, uno sport che ha sfornato gente come Ronaldinho, tanto per dire. In più, proprio perché ad ogni giocatore è richiesta una partecipazione costante al gioco, è anche uno sport di grande divertimento.
E in Italia?
Il movimento del calcio a 5 del nostro paese è in grande crescita: crescono gli spettatori interessati ai match, covid permettendo, cresce la visibilità di uno sport in cui, per ogni giornata del campionato di serie A1, è prevista una diretta su RaiSport e cresce l’appetibilità per investitori e sponsor. Prova ne sia il recente arrivo, tra le squadre iscritte al campionato di A2, di uno dei team più importanti della nostra serie A: la Sampdoria, infatti, ha deciso di tuffarsi in questo mondo entrando in partnership con CDM Futsal Genova, squadra che negli ultimi due campionati ha militato in A1 e che quest’anno, dopo la retrocessione, parteciperà al campionato di A2. Nasce così Sampdoria futsal.
Questo il comunicato congiunto delle due società:

Il presidente Massimo Ferrero e l’U.C. Sampdoria sono orgogliosi di annunciare la nascita della Sampdoria Futsal che, da oggi e per le prossime tre stagioni sportive, amplierà la partnership già in essere con la CDM Futsal, società genovese di calcio a 5 attualmente iscritta al campionato nazionale di A2.

In virtù di questo nuovo accordo la prima squadra e l’U19 della CDM Futsal, oltre a cambiare di fatto denominazione, adotteranno il logo ufficiale U.C. Sampdoria e vestiranno la maglia blucerchiata, colori che faranno da sfondo alle gare casalinghe della squadra presso il Palazzetto dello Sport di Campo Ligure.

Parallelamente si rafforzerà l’impegno comune in ottica-scuola calcio: da semplice affiliata, la CDM del presidente Matteo Fortuna diventerà Centro Tecnico d’Élite Next Generation Sampdoria, con il fine di costruire una sinergia che unisca formazione calcistica e diffusione degli alti valori sportivi che, da sempre, contraddistinguono il club blucerchiato.

L’obiettivo comune di Sampdoria e CDM è quello di portare nuovamente il futsal ligure ai massimi livelli, ma anche e soprattutto quello di contribuire fattivamente alla diffusione e alla crescita di tutto un movimento, a livello regionale e non solo.

«Sono davvero felice dell’ingresso di Sampdoria nel futsal – dichiara il presidente Ferrero -. Ancora una volta giochiamo d’anticipo e per il futuro della società, come in passato abbiamo fatto ad esempio con gli eSport. Abbiniamo i colori più belli del mondo a una realtà in forte espansione popolare, soprattutto tra i giovani: questa scelta è un ulteriore segnale del nostro impegno su Genova e sulla Liguria, potendo offrire alle famiglie e ai loro bambini una possibilità nuova di praticare sport nella grande famiglia di Next Generation. Ringrazio tutti i dirigenti e i collaboratori che hanno lavorato per la positiva conclusione di questo progetto e sempre forza Sampdoria Futsal».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *